Home CURIOSITA' ESOTERISMO: FERRO DI CAVALLO

ESOTERISMO: FERRO DI CAVALLO

Scritto da MadameBlatt

Il Ferro di cavallo è un oggetto a forma di U, fatto di ferro, gomma, plastica, cuoio o un laminato di queste sostanze, inchiodato o incollato allo zoccolo di un cavallo o di alcuni altri animali domestici, come i muli.
I primi Ferri di cavallo erano dotati di ramponi, parti sporgenti in basso all’estremità posteriore, per fornire una maggiore presa sul terreno.
Essi erano forgiati dal maniscalco o dal fabbro.
L’invenzione del Ferro di cavallo viene fatta risalire al Medioevo e attribuita ai popoli nord-europei.
È considerato il più comune tra i portafortuna.


La credenza collettiva su questo oggetto affonda le sue radici nell’antichità, legata ai rapporti tra contadini e cavalieri.
I primi erano molto poveri e speravano di guadagnare qualcosa ogni volta che il cavallo di un cavaliere perdeva un ferro.
Infatti, si rendevano disponibili a rimettere a posto il ferro che si era staccato e, in cambio del servigio, essi ricevevano qualche moneta.
La superstizione relativa ai poteri sovrannaturali proviene da un’antica leggenda, che racconta che in Inghilterra viveva un fabbro,  Dunstan, il quale poi, nell’anno 959, diventò arcivescovo di Canterbury.


Satana gli chiese di ferrargli uno zoccolo e il fabbro riuscì a fare in modo, che il diavolo provasse dolore appena poggiato lo zoccolo a terra.
Il demone, affinché si placasse il suo dolore, promise a Saint Dunstan di risparmiare dalle sue maledizioni tutte le case che recassero un Ferro di cavallo affisso alla porta.
Per questo, ancora oggi, si pensa che questo ferro sia capace di allontanare gli spiriti maligni.

La popolarità del Ferro di cavallo proviene sicuramente dal fatto, che il ferro è il metallo più attivo contro il malocchio.
Il suo potere è tale che, un tempo, quando si voleva cacciare una strega da un luogo, si gettava un Ferro di cavallo nel fuoco, perché si pensava che il calore sprigionato facesse allontanare gli spiriti maligni.

by Rustic Creations from the Ranch-Etsy

by Elusive Cowgirl Boutique

Le sue proprietà come amuleto si possono ricondurre a due elementi: la forma a mezzaluna, simbolo di Iside ed il metallo con cui è prodotto, appunto, il ferro.
Già gli antichi Romani usavano il Ferro di cavallo come amuleto per difendersi dalla peste e, nel Medioevo, veniva addirittura usato dai medici come mezzo di guarigione, perché la sua forma a “C” simboleggiava la parola “Cristo”.
Toccare il Ferro di cavallo porta fortuna e ricchezze, ma non dev’essere nuovo, bensì appartenuto e perso dal quadrupede.
Se proviene dagli zoccoli posteriori, porta sfortuna:

“Ferru davanti a casa va avanti, ferru d’arréri a casa va d’arréri”
-Pitrè-

In alcune tradizioni, qualsiasi effetto benefico o dannoso può interessare solo il proprietario del Ferro di cavallo, e non la persona che se lo appende sulla porta. Quindi, se un Ferro viene rubato, o semplicemente trovato, sarà il proprietario, non la persona che l’ha trovato o rubato, a ricevere la buona o la cattiva sorte.
Altre fonti raccontano che la forma del Ferro di cavallo, come porta fortuna e scaccia malocchio, derivi dalla rappresentazione dell’apparato genitale femminile.
Infatti, era credenza comune che il malocchio e il maligno potessero facilmente essere distratti da una tentazione sessuale e, così facendo, non si interessassero più di entrare nella casa, davanti alla quale fosse esposto o ai possessori di tale oggetto.

Bigskymetalworx -Etsy

by Rustica Ornamentals

Nel Medioevo, inoltre, spesso sulle facciate delle chiese e sui loro portoni si trovavano bassorilievi raffiguranti genitali femminili molto espliciti, proprio con lo scopo di catturare l’attenzione di demoni e non far entrare spiriti maligni.
Nel tempo, la maggior parte di queste incisioni troppo esplicite furono rimosse.
Tradizione e regola importantissima è che il Ferro di cavallo deve essere appeso con le estremità volte in alto altrimenti, con le estremità rivolte verso il basso, porterà sfortuna.
Inoltre, se presenta dei chiodi, essi devono essere rigorosamente in numero dispari e, più fori ci sono, meglio sarà.


Nei tatuaggi, il Ferro di cavallo è sinonimo di fortuna e protezione, in quanto anticamente l’oggetto era forgiato dal maniscalco, che aveva già collegamenti verso gli Dei del fuoco, che proteggevano gli umani dalle avversità, donando salute e forza, sia in battaglia che nella vita.
Nella simbologia lunare, il Ferro di cavallo è il simbolo di magia, mistero, intuizione e viaggio onirico.

You may also like

MadameBlatt.it
“La speranza è il tappeto magico che ci trasporta dal momento presente nel regno delle infinite possibilità” (H. J. Brown)

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso. Accetta Maggiori informazioni