Home STORIE E LEGGENDE VEGETALI STORIE E LEGGENDE VEGETALI: ALOCASIA, L’ORECCHIO DI ELEFANTE

STORIE E LEGGENDE VEGETALI: ALOCASIA, L’ORECCHIO DI ELEFANTE

Scritto da MadameBlatt

L’ Alocasia, detta anche “Orecchie di elefante” per via della forma delle sue foglie, che ricordano proprio i padiglioni auricolari di questo imponente mammifero, è una pianta erbacea perenne, di taglia media, che può raggiungere 2 mt. di altezza.

Alocasia macrorrhiza – Ph. Vivai MGF

Essa appartiene ad una famiglia comprendente circa un centinaio di specie rizomatose e, in tutto il Mondo, molti coltivatori coltivano ampiamente una gamma di ibridi e cultivar.
Il nome deriva da un altro genere simile, la Colocasia, dalla quale si differenzia in quanto la foglia dell’Alocasia è in linea e sale rispetto al picciolo, mentre quella della Colocasia forma un angolo e scende rispetto al picciolo.


Si può anche distinguere tra Alocasia e Colocasia, guardando il tubero: quelli di Colocasia sono fasciati, grandi e rigonfi, quelli di Alocasia sono sottili e più lunghi.
L’Alocasia proviene dalle foreste pluviali del Borneo, della Malesia e dell’Asia continentale.

Alocasia Black Velvet-PH. At Home With Hues

I fiori, simili alle infiorescenze delle Calle, in realtà sono brattee, ovvero delle foglie modificate, che avvolgono i fiori veri e propri e le infiorescenze, allo scopo di proteggerli.
Essi prendono il nome di spata e generalmente sono di colore chiaro e, pertanto, il fiore è l’asta che si vede al centro della spata, detta spadice.

Ph. Myrtle Glen

Sbocciano in estate (difficilmente in casa), e in autunno danno origine ad un solo frutto tondeggiante, contenente un solo seme, non sempre fertile.
Anticamente, l’Alocasia era utilizzata presso le civiltà asiatiche come pianta medicinale, per curare molte malattie come, ad esempio, la gotta, la tubercolosi, alcune malattie intestinali, i fibromi ed altre ancora.

Alocasia cuprea – Ph. Cirila40

Ma, grazie a degli studi condotti sulla sua composizione, oggi sappiamo che questa pianta contiene anche delle sostanze tossiche e quindi sarebbe meglio evitarne l’utilizzo a scopi medicinali.
Queste piante contribuiscono a migliorare la qualità dell’aria di ambienti chiusi: grazie alla loro traspirazione, ne incrementano il tasso di umidità ed inoltre purificano l’aria ossigenandola maggiormente.

Alocasia jacklin-Ph. Carousell Furniture

In Malesia, l’Alocasia è considerata un vero e proprio amuleto, in Tailandia è comunemente sistemata accanto allo zerbino, per dare il benvenuto agli ospiti.
Secondo alcuni, l’Alocasia è “l’albero che cresce fino al cielo” e si dice che sia la pianta, in tutte le versioni occidentali e orientali, della fiaba di ‘Jack e la pianta di fagioli’.
Quindi il suo significato simbolico è quello di cogliere le opportunità quando si presentano, anche quando sono rischiose

Alocasia baginda ‘Silver Dragon’ – Ph. Myhomenature

Ricordate che l’Alocasia, contenendo cristalli di ossalato di calcio in ogni sua parte verde, è altamente tossica, ed ingerire qualsiasi parte di questa pianta, è molto pericoloso.

You may also like

MadameBlatt.it
“La speranza è il tappeto magico che ci trasporta dal momento presente nel regno delle infinite possibilità” (H. J. Brown)

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso. Accetta Maggiori informazioni