Home CAMMINANDO STORIE E LEGGENDE VEGETALI: HYPERICUM TRIQUETRIFOLIUM, L’ERBA CRESPA DI SAN GIOVANNI

STORIE E LEGGENDE VEGETALI: HYPERICUM TRIQUETRIFOLIUM, L’ERBA CRESPA DI SAN GIOVANNI

Scritto da MadameBlatt

L’Hypericum triquetrifolium appartiene alla famiglia delle Hypericaceae, comprendente 380 specie, ed è originario del bacino del Mediterraneo,dalla Balcania alla Turchia ed Egitto.
In Italia è comunemente presente in tutta la zona meridionale.
Hypericum deriva dal greco, “dipinto o ricamo”, per la presenza delle ghiandole nere simili a un ricamo, che si trovano sui fiori di molte specie di questo genere.
Alcune fonti, invece, derivano il suo nome sempre dal greco, col significato di “sopra immagine sacra”, interpretandolo con: “allontano gli spiriti maligni”.
Altre ancora dal latino, col significato di “sotto l’erica”.

Ph. MadameBlatt

Triquetrifolium deriva dal latino, col significato di foglia triangolare.
E’ comunemente conosciuto come: Erba di San Giovanni dalle foglie arricciate, Erba di San Giovanni crespa, Iperico a foglie triangolari, Iperico crespo, curled-leaved St. John’s-wort.
Presenta portamento piramidale con fusti prostrati ed ascendenti, foglie piccolissime e fiori giallo oro, e può raggiungere i 50 cm. di altezza.
Anche l’Iperico crespo, come l’Hypericum perforatum (Iperico comune, leggi articolo: https://www.madameblatt.it/2021/06/18/storie-e-leggende-vegetali-iperico-lerba-di-san-giovanni/), è ampiamente utilizzato per alleviare i sintomi di ansia e depressione, anche se il suo uso a lungo termine è associato ad effetti avversi.


Studi farmacologici hanno dimostrato che l’Iperico crespo possiede proprietà antinfiammatorie, analgesiche, antiossidanti, citotossiche ed antimicrobiche.
Dai tempi degli antichi Greci fino al Medioevo, anche l’Iperico crespo era considerato imbevuto di poteri magici e veniva usato per allontanare il male e proteggere dalle malattie.
Tradizionalmente, era usato per allontanare gli spiriti maligni e la malinconia vista come permesso d’entrata alle energie di invadere il proprio etere.
L’Iperico crespo viene spesso raccolto in piena estate, la tradizione vuole la notte del 21 giugno, ed indossato per scongiurare malattie mentali e curare la depressione.

Ph. actaplantarum.org

Ma, se così non fosse possibile, l’importante sarebbe raccoglierlo di Venerdì.
Io l’ho raccolto appunto Venerdì scorso, durante la mia passeggiata con Nero, facendone una bella scorta.
Come dicevo prima, l’Iperico crespo è un valido sostituto dell’Iperico perforatum (più comunemente coltivato), importantissimo nella Guazza di San Giovanni (leggi articolo: https://www.madameblatt.it/2021/06/22/san-giovanni-e-le-sue-erbe/), e viene anche essiccato sui fuochi di mezza estate ed appeso alle finestre, per allontanare fantasmi, negromanti ed altri spiriti maligni, oltre a proteggere la famiglia da fuoco, fulmini e disgrazie.

Nero & me-Ph. MadameBlatt


Bruciarlo nei fuochi di Mezza Estate eliminerà anche gli spiriti ed i demoni indesiderati (leggi articolo: https://www.madameblatt.it/2021/06/21/litha-la-magia-di-mezza-estate/).

Il suo antico nome Fuga Daemonum (Scare Devil) ed il suo nome latino Hypericum (“sopra” e “apparizione”) ne attestano l’utilità per scacciare il male…

Ph. Phrygana.eu

ELEMENTO: FUOCO
PIANETA: SOLE
SEGNO ZODIACALE ASSOCIATO: LEONE
CHAKRA: 3, Manipura (C. del Plesso solare) – 7, Sahasrara (C. della Corona)

You may also like

MadameBlatt.it
“La speranza è il tappeto magico che ci trasporta dal momento presente nel regno delle infinite possibilità” (H. J. Brown)

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso. Accetta Maggiori informazioni