Home STORIE E LEGGENDE VEGETALI STORIE E LEGGENDE VEGETALI: SCORZONERA, LA PIANTA DI LEMURIA

STORIE E LEGGENDE VEGETALI: SCORZONERA, LA PIANTA DI LEMURIA

Scritto da MadameBlatt

Scorzonera è un genere di piante appartenenti alla famiglia della Asteraceae, probabilmente originario del Sud America, che conta oltre 20.000 specie.
Tra le più conosciute c’è Pseudopodospermum hispanicum, ovvero la Scorzonera di Spagna o Viperaria, Barba di becco. Salsefrica nera, è una pianta originaria dell’Europa centrale e meridionale.
In Italia cresce spontanea in alcune zone del Friuli-Venezia Giulia, in campi pietrosi, incolti, pendii aridi.
E’ alta fino a 50 cm. e produce fiori gialli simili a margherite.

Ph. dryades.units.it

La radice è di colore nero esternamente, mentre all’interno la polpa risulta bianca e polposa, il sapore tende all’amarognolo.
Con lo stesso nome si trovano in commercio due tipi di radici: una con la parte esterna nera ed una, impropriamente detta Scorzonera, che è più grossa e più coltivata e che si presenta con la parte esterna bianco-crema: Tragopogon porrifolium, ovvero Scorzobianca.
Il nome Scorzonera deriva da un’antica parola spagnola, ‘escurco‘, che vuol dire “vipera“.
Infatti anticamente, a questa radice si attribuivano poteri contro i morsi terribili delle vipere ed era utilizzata per curare la peste.

Ph. observation.org

Pietro Andrea Mattioli, erborista italiano del ‘500 al servizio dell’imperatore Massimiliano II, scriveva: “Questa erba è recentemente diventata conosciuta e apprezzata in Hispania, avendo aiutato molte persone che erano state morsi dai serpenti. Dopo che questo ebbe successo, si scoprì che aiutava anche per altri tipi di avvelenamento e persino per la pestilenza. Questo spiega alcuni degli altri nomi della pianta selvatica: Erba natter, Radice di vipera, Latte natter ed Erba di vipera. Le crocifere in fiore gialle sono state persino elogiate come ‘la morte del serpente’“.

Ph. delish.com

Ph. ambientebio.it

E poi: “Molti scrivono che il succo di questa pianta è così potente che quando il serpente, come lo chiamano, ‘scorzo’, ne viene persino toccato, si irrigidisce. E se il succo viene gocciolato nella bocca del serpente, morirà subito dopo”.
La radice aveva trovato il suo posto anche nella medicina veterinaria rurale.
Ad esempio, se le zampe posteriori di un maiale diventavano zoppe, allora si doveva “mettere un pezzo della radice nera in una fessura nel muro e dire quanto segue: ‘Drago, drago, drago, fuori dalla stalla!’ A la verdura in un servizio del genere merita sicuramente il nome di “radice potente”!

Scorzonera graminifolia-Ph. herbariovirtualbanyeres.blogspot.com

I nativi americani masticavano la linfa lattiginosa coagulata, per alleviare l’indigestione, veniva usata anche per le ferite.
I Greci ed i Romani imbevevano i panni di lino nel succo distillato di Scorzonera, per ferite sanguinanti e piaghe.
Plinio mescolava lattice della pianta con il latte umano e diceva che era una cura per tutti i problemi agli occhi.

Il tè era anche usato come lozione e/o bevanda, per trattare i morsi di cani rabbiosi, sia sugli esseri umani che sul bestiame.
La Scorzonera di Spagna ha un sapore molto particolare, che ricorda gli asparagi.

Scorzonera hispanica sub asphodeloides-Ph. jb.utad.pt

Varie parti della pianta possono essere consumate, comprese radici, germogli frondosi e fiori aperti, cotti o crudi.
Il prodotto principale rimane, tuttavia, la radice del tubero ricoperta da una pelle nerastra, che viene eliminata prima di essere consumata, solitamente dopo l’ebollizione.
Ma se la pelle viene rimossa prima della bollitura, la radice sbucciata deve essere immediatamente immersa in acqua mescolata con aceto o succo di limone, per evitare che cambi colore.
Poiché la radice contiene un lattice estremamente appiccicoso, spesso è meglio sbucciarla dopo averla fatta bollire.

Ph. semena.cz

I residui di lattice possono essere rimossi strofinando con una goccia d’olio e poi lavando con sapone.
La Scorzonera viene solitamente mangiata insieme ad altre verdure, o con carote o piselli.
Ma è spesso viene servita con senape o salsa olandese, come se fossero asparagi, o fritta.
La Scorzonera è un alimento ipocalorico, che apporta molti nutrienti al nostro organismo, ed è anche ricco di proprietà terapeutiche diuretiche, antinfiammatorie, favorisce una corretta circolazione sanguigna, combatte anche la cellulite e la gotta, ha un indice glicemico basso.

Scorzonera baetica-Ph. flora-on.pt

Indicato per i diabetici, è utile ai convalescenti grazie alla ricchezza di vitamina C, calcio, fosforo e potassio, che favorisce l’attività dei reni e la resa depurativa e leggermente lassativa.
La Scorzonera di Spagna non ha particolari controindicazioni, può avere solo un lieve effetto lassativo, ma potrebbe esserci la possibilità di intolleranze individuali verso questa radice, quindi sarebbe meglio consultare un medico prima di consumarla.
Come i fiori di Scorzobianca, anche quelli di Scorzonera si aprono solo la mattina e si chiudono entro mezzogiorno.

Ph. backyardboss.net

In Esoterismo, il lattice di questa pianta contiene i poteri di materializzazione, incarnazione e solidificazione.
Questo succo, si credeva che fosse un residuo del liquido amniotico cosmico in cui un tempo galleggiava l’embrione della Terra.
Era un residuo dell’atmosfera lattiginosa dell’Era di Lemuria, l’ipotetico continente scomparso, situato nell’Oceano Indiano o in quello Pacifico, in cui vivevano organismi vegetali e animali primordiali e da cui si nutrivano; una specie di “latte materno” che permetteva agli Esseri spirituali di incarnarsi nella materia terrena.

Scorzonera villosa-Ph. eol.org

La Scorzonera, quindi, aiuta a collegare “Cielo” e “Terra”, per aiutare ad “ascendere” in questo momento nel Tempo.
Detiene le antiche energie dei sacerdoti/sacerdotesse, oltre a quelle del Fuoco Sacro Lemuriano.
La sua essenza possiede le energie di Alpha e Omega, il Divino Maschile e il Divino Femminile, nostro Dio Padre-Madre per ogni anima in questo Universo.
Contiene la nostra Scintilla Divina, aiutando ad allinearci con la nostra Presenza Divina, il Sé Divino, la Luce Divina che siamo veramente.
Assiste quelle Anime che hanno scelto di non reincarnarsi più per tornare ‘a casa’ ed essere in pace, oppure ad ‘ESSERE’ qui sulla Terra.
E’ in pratica un dono per l’Ascensione estremamente potente.

PIANETA: Saturno/Giove
ELEMENTO: Acqua
SEGNO ZODIACALE ASSOCIATO: Acquario/Pesci
CHAKRA: 1, Muladhara (C. della Radice)

You may also like

MadameBlatt.it
“La speranza è il tappeto magico che ci trasporta dal momento presente nel regno delle infinite possibilità” (H. J. Brown)

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso. Accetta Maggiori informazioni