Home CAMMINANDO ANELLO: STORIA E TRADIZIONI

ANELLO: STORIA E TRADIZIONI

Scritto da MadameBlatt

Da sempre, gli esseri viventi, per loro natura, ricercano loro simili, per vivere insieme.
Ciò vale soprattutto per la maggior parte degli esseri umani, quindi non è strano, che gesti d’amore e particolari tradizioni tra uomo e donna esistano fin da prima che se ne abbiano testimonianze tangibili.
Le modalità, con le quali un uomo giura il proprio amore alla donna, cambiano in base al tempo ed alla civiltà, ma comunque esistono tradizioni rimaste per lo più invariate nei secoli, tra cui, il dono dell’anello.
E’ il simbolo del sentimento, dell’impegno e della responsabilità, che l’uomo si assume nei confronti della donna.
Donare un anello di fidanzamento è, quindi, un’usanza molto antica.
Nella preistoria, il primo anello di fidanzamento era una corda fatta con pezzi di erba ed altri componenti vegetali, che veniva legata attorno alle mani della donna e serviva per impedirle di scappare…

Ph. SHVETS production on Pexels

In seguito il maschio, ormai sicuro che non se ne sarebbe andata, slegava la donna, lasciandole però una piccola corda intorno ad un suo dito.
Anticamente, in molte civiltà, gli aspiranti fidanzati offrivano una mela alla ragazza scelta, come dichiarazione d’amore, mentre l’anello era il dono più impegnativo, simbolo della “promessa di matrimonio” e, addirittura, per i Visigoti ed i Germani aveva valore di contratto nuziale.
Questa tradizione, però, si consolidò definitivamente nella cultura romana.
Sempre in epoca romana, si diffuse l’usanza di indossare l’anello sull’anulare della mano sinistra, perché si credeva che da qui partisse una vena diretta al cuore, la cosiddetta vena amoris.
Altri storici sostengono, anche, che derivi da un antico rito della liturgia cattolica, quando il celebrante, toccando le prime tre dita della mano sinistra, infila l’anello al quarto dito della stessa mano.
Comunque, è da ricordare che già tra gli Egizi ed i Greci si usava consacrare le future nozze con un pegno d’amore, che il fidanzato donava all’amata.
La tradizione di regalare un diamante, come anello di fidanzamento, risale al 1477, quando l’Arciduca Massimiliano d’Austria donò a Maria di Borgogna un anello d’oro sovrastato da un brillante, come promessa di matrimonio.

Massimiliano d’Austria e Maria di Borgogna

Questa usanza reale è rimasta viva nei secoli e regalare un solitario è diventato quasi un iter prefissato nel cammino del matrimonio stesso, infatti oggi, circa il 70% delle future spose riceve un diamante come anello di fidanzamento.
All’inizio del XX secolo, l’usanza di regalare un diamante ha subito una forte crisi, dovuta principalmente a due fattori: la grande depressione e la seconda guerra mondiale.
In seguito, nel 1974, la De Beers (leader mondiale che si occupa del rinvenimento di diamanti) commissionò una campagna pubblicitaria alla U.S. Advertising Agency N.W. Ayer & Son.
Il risultato fu una trovata di grandissimo successo, resa celebre e immortale dall’intramontabile slogan: «Un diamante è per sempre». Pertanto, il mercato americano dei diamanti risorse: per esempio, nel 1939 solo il 10 % degli anelli avevano diamanti, mentre nel 1990 diventarono 80%.
Tradizionalmente, porta sfortuna comprare nello stesso momento l’anello di fidanzamento e le fedi nuziali e, se il fidanzamento dovesse rompersi, l’etichetta vuole che ci si restituisca reciprocamente i regali e le lettere.
Attenzione!
Se è l’uomo a rompere il rapporto, alla donna è concesso di tenere l’anello, anche se, per la maggior parte dei casi, lei non lo farà.
A seconda del dito su cui si indossa l’anello, cambia il significato o il messaggio che si vuole dare.
Vediamone alcuni, anche se probabilmente il significato cambia in tutto il mondo.

Ph. Marta Branco on Pexels

Iniziamo, intanto dalla mano sinistra, che viene considerata la mano del cuore e dei sentimenti.
-Pollice: in alcune culture urbane, sta ad indicare che la persona è bisessuale.
-Indice: è l’anello della verginità e delle purezza.
-Medio: anello decorativo, senza particolare significato, solo di bellezza.
-Anulare: fede nuziale, anello ufficiale di fidanzamento, anello di impegno con un partner.
-Mignolo: è simbolo mafioso per alcuni italo-americani ed è anche segno distintivo delle nobili antiche famiglie inglesi.

Ph. Engin Akyurt on Pexels

Ora passiamo alla mano destra, considerata la mano della razionalità e della volontà.
-Pollice: anticamente, gli arcieri indossavano un particolare anello, che serviva per scoccare la freccia. Oggi, in alcune zone lo mettono le ragazze lesbiche per indicare le loro preferenze.
-Indice: gli uomini indossano anelli che riguardano associazioni, come quelle massoniche o di club privati.
-Medio: anelli decorativi o di appartenenza a club privati.
-Anulare: anello di fidanzamento (alcuni lo mettono a destra quando non è ufficiale).
-Mignolo: nei Paesi anglosassoni indica la professione che si svolge.

Ph. solod_sha on Pexels

E’ risaputo, che le pietre racchiudono dei messaggi unici e profondi, quindi anche le pietre preziose hanno il loro significato simbolico.
Pertanto, il futuro sposo, nella scelta dell’anello, potrebbe utilizzare una determinata gemma da incastonare nell’anello di fidanzamento, in modo da trasmettere un particolare messaggio alla sua amata.
Diamante: durata, solidità, legame eterno, infrangibile e splendido come la pietra.
Rubino: amore ardente, passionale, che dura in eterno.
Zaffiro: fedeltà, purezza, “per me sei la cosa più bella”.
Smeraldo: speranza, figli.
Acquamarina: matrimonio duraturo e felice, resistente alle burrasche.
Berillo: forza del legame d’amore.
Topazio: amore fedele, forte e potente.
Ametista: amore puro, umile, saggio.
Opale: amore sincero.
Granato: amore costante, leale e passionale.
Turchese: amore protettivo.
Corallo: matrimonio concordato per motivi economici.
Perla: matrimonio perfetto, sensuale, autentico.

Ph. ArtHouse Studio on Pexels

Astrologicamente parlando, ogni segno zodiacale è associato ad una o più pietre, quindi, il fidanzato può anche semplicemente basarsi sul segno della propria donna, prima di scegliere la pietra dell’anello.
• Ariete: rubino, corallo, zaffiro, diamante.
• Toro: smeraldo, quarzo rosa, tormalina.
• Gemelli: topazio giallo, agata, smeraldo, turchese.
• Cancro: perla, pietra di luna.
• Leone: diamante, avventurina verde.
• Vergine: zaffiro, diamante, diaspro, agata.
• Bilancia: smeraldo, opale, malachite, crisoprasio.
• Scorpione: rubino, quarzo fumé, corniola, rodocrosite.
• Sagittario: lapislazzuli, turchese, azzurrite.
• Capricorno: granato, onice, malachite, opale nero, tormalina nera, ossidiana.
• Acquario: diamante, ametista, quarzo, zaffiro, cristallo di rocca.
• Pesci: acquamarina, ametista.

Ph. The Glorious Studio on Pexels

Ci sono anche anelli con pietre preziose, che si regalano al compleanno, a seconda dell’età:
1 anno: anello d’oro
2 anni: anello con Granato
3 anni: anello con Perla
4 anni: anello con Topazio blu
5 anni: anello con Zaffiro
6 anni: anello con Ametista
7 anni, anello con Onice
8 anni anello con Tormalina
9 anni anello con Lapislazzulo
10 anni, anello con Diamante
11 anni anello con Turchese
12 anni anello con Giada
13 anni anello con Quarzo Citrino
14 anni anello con Opale
15 anni anello con Rubino
16 anni anello con Peridoto
17 anni anello d’oro
18 anni anello con Occhio di gatto
19 anni anello con Acquamarina
20 anni anello con Smeraldo
21 anni anello con Iolite
22 anni anello con Spinello (è una pietra!)
23 anni anello con Topazio imperiale
24 anni anello con Tanzanite
25 anni anello giubileo d’argento
30 anni anello giubileo con Perla
35 anni anello con Smeraldo
40 anni anello con Rubino
45 anni anello con Zaffiro
50 anni anello giubileo d’oro
55 anni anello con Alessandrite
60 anni anello giubileo con Diamante
70 anni anello giubileo con Zaffiro
80 anni anello giubileo con Rubino

Ph. Alberta Studios on Pexels

Infine, vediamo le pietre associate al mese di nascita, perché portino fortuna:
Gennaio: Granato
Febbraio: Ametista
Marzo: Acquamarina
Aprile: Diamante
Maggio: Smeraldo
Giugno: Perla
Luglio: Rubino
Agosto: Peridoto
Settembre: Zaffiro
Ottobre: Tormalina
Novembre: Topazio
Dicembre: Tanzanite

P.S.: resto dell’idea che…”un diamante sia per sempre”!!!

You may also like

MadameBlatt.it
“La speranza è il tappeto magico che ci trasporta dal momento presente nel regno delle infinite possibilità” (H. J. Brown)

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso. Accetta Maggiori informazioni