Home STORIE E LEGGENDE VEGETALI STORIE E LEGGENDE VEGETALI: LIQUIDAMBAR, L’AMBRA LIQUIDA

STORIE E LEGGENDE VEGETALI: LIQUIDAMBAR, L’AMBRA LIQUIDA

Scritto da MadameBlatt

Liquidambar è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Altingiaceae, diffuso in Estremo Oriente e Nord America, a cui appartengono una quindicina di specie.
Il nome significa “ambra liquida” in quanto, incidendo queste piante sgorga una resina.
In inglese è chiamato Alligator Gum Tree (Albero della gomma dell’alligatore), Sweet Gum Tree (Albero della gomma dolce), Bilsted, Redgum.

Liquidambar styraciflua-Ph. dryades.units.it

La specie più conosciuta è il Liquidambar styraciflua, ovvero Storace americano, albero che può raggiungere i 35 metri d’altezza, con un diametro di 10.
E’ l’unica specie presente in America, le altre si trovano in Asia.
Presenta foglie simili a quelle dell’Acero, pentalobate, verde brillante in primavera e in estate, prima di virare in rosso vivo, giallo e talvolta viola in autunno.

Liquidambar styraciflua-Ph. urrugreenmonster.it

I fiori sono giallastri o bianco-verdastri, ai quali in estate seguono i frutti, delle capsule semilegnose spinose e sferiche tonde, molto spinose, di diametro intorno ai 3-4 cm, che rimangono sulla pianta per molte settimane e contengono i piccoli semi.
Styraciflua deriva dal greco, ed è il nome che veniva dato alla resina di altri alberi europei, quindi significa ‘che scorre come lo Storace’.

Liquidambar styraciflua-Ph. ilgiardinodegliangeli.net

Il primo riferimento storico all’Albero della gomma dolce viene dall’autore e soldato, don Bernal Diaz del Castillo, che accompagnò Cortez nel 1519 e fu testimone di cerimonie tra Cortez e Montezuma, i quali presero entrambi un’ambra liquida, estratta da un Albero di gomma dolce.
Un diario di un conquistatore, che accompagnava Cortez, annotava l’osservazione dello stesso imperatore azteco, che si godeva un bastoncino resinoso dell’albero.
Lo spagnolo ne riconobbe la somiglianza con le ben note specie asiatiche (e parenti stretti), che trasudavano la stessa resina.

Ph. forestami.org

Oltre ad apparire formalmente nella letteratura botanica, il Liquidambar fu anche la prima pianta messicana in lingua spagnola, alla fine del XVI secolo.
In Europa fu introdotto nel 1681, dal missionario John Banister e in Italia è utilizzato esclusivamente a scopo ornamentale.
Il suo legno ha notevole importanza commerciale nel Nord America, ottimo sostitutivo del ciliegio, del noce o del mogano.
La resina, che esce dalla corteccia, è usata nell’industria profumiera, conciaria, come adesivo e come incenso.
La produzione può essere stimolata, battendo il tronco in primavera.
Dalla resina si ottiene anche una gomma da masticare ed uno stabilizzante per dolci, ecc.

Liquidambar orientalis-Ph. forestami.org

I Cherokee ed altre tribù usavano la resina per calmare il nervosismo, che prendevano come un infuso (tè).
Loro ed i Choctaw combinavano la resina con le piante di fragole, per creare una bevanda dal fascino sconosciuto.
Le foglie emettono un profumo balsamico quando cadono in autunno, che viene trattenuto fino a quando le foglie non sono abbastanza appassite.
In campo erboristico, la resina è antisettica, carminativa, diuretica, espettorante, antiparassitaria, sedativa, stimolante, vulneraria, ed è usata sia sotto forma di cataplasma che di pomata.
Viene anche masticata nel trattamento di mal di gola, tosse, asma, cistite, dissenteria ecc.

Liquidambar, percorso olfattivo di Villa Reale di Marlia -Ph. villarealedimarlia.it

Esternamente si applica su piaghe, ferite, emorroidi, tigna, scabbia ecc.
Inoltre, è un ingrediente del ‘Friar’s Balsam‘, un preparato commerciale a base di benzoino Styrax (leggi articolo: https://www.madameblatt.it/2022/06/01/storie-e-leggende-vegetali-benzoino-lincenso-di-giava/), che viene utilizzato per curare raffreddori e problemi della pelle.
La corteccia interna, leggermente astringente, è usata nel trattamento della diarrea e del colera infantile
Le foglie vengono aggiunte ai bagni, come applicazione lenitiva e curativa per la pelle.

Liquidambar styraciflua variegata-Ph. vivaifrappetta.it

Le foglie, la corteccia ed i semi del Liquidambar possiedono anche composti benefici come l’acido shikimico, un precursore della produzione del principio attivo del Tamiflu®, un farmaco antivirale efficace contro diversi virus dell’influenza.
Quando l’albero è ferito, la corteccia interna produce un balsamo. Bollire la corteccia interna in acqua rimuove efficacemente il balsamo e produce storace.
Lo storace prodotto da Liquidambar orientalis , o Sweetgum turco, è indicato come Storace asiatico, mentre lo storace derivato da Liquidambar styraciflua è chiamato Storace americano.

Ph. sira.arpat.toscana.it

Il Liquidambar orientalis, comunemente noto come Oriental Sweetgum  o Turkish Sweetgum, è un albero originario della regione del Mediterraneo orientale, che si trova allo stato selvatico principalmente nelle pianure alluvionali della Turchia sudoccidentale e sull’isola greca di Rodi .
Il nome in turco è Günlük ağacı, mentre gli alberi del genere, nel suo insieme, sono detti Sığala ağacı, nome usato anche in riferimento esclusivo al Liquidambar orientale.
Günlük ağacı significa “albero di incenso/mirra”, mentre Sığala si riferisce a “un luogo paludoso”.
Anticamente, la sua resina era chiamata il “balsamo di Galaad“, un profumo medicinale ed un unguento importante in Medio Oriente e menzionato nella Bibbia.

by TheHerbalyst on Etsy

In passato, il Liquidambar orientale era usato come “pozione d’amore” e profumo dalla regina egiziana Cleopatra.
Gli antichi Egizi, inoltre, lo usavano durante l’imbalsamazione.
Invece, l’olio era usato anche come medicinale, sin dal periodo ippocratico.
Anfore piene di olio, portate alla luce in navi fenicie affondate, mostrano che l’olio di Liquidambar occupava in passato un posto importante nel commercio mediterraneo.
Il Liquidambar orientalis fu introdotto in Francia a metà del XVIII secolo, da Charles-Claude de Peyssonnel, console a Smirne, e fu utilizzato nel 1759, da Philip Miller per ‘Apothecaries Garden’, oggi Chelsea Physic Garden, in Inghilterra.
E’ uno degli alberi più rari d’Europa; infatti, nel suo centro di distribuzione nella Turchia sudoccidentale, i popolamenti puri sono stati ridotti da 6.000-7.000 degli anni ’40, a circa 1.350 di oggi, poiché le foreste sono state disboscate per l’agricoltura ed i fiumi sono stati arginati.

Liquidambar formosana-Ph. plants.ces.ncsu.edu

Liquidambar formosana, comunemente noto come Albero della Gomma dolce taiwanese, o Albero Gomma di Formosa, è originario dell’Asia orientale.
La sua corteccia viene utilizzata nel trattamento delle malattie della pelle. I frutti sono usati nel trattamento di artrite, lombalgia, edema, oliguria e diminuzione della produzione di latte.
La resina degli steli è usata per curare foruncoli sanguinanti, carbonchi, mal di denti e tubercolosi.
Dal suo tronco si estrae la resina aromatica, che viene utilizzata per favorire la circolazione sanguigna ed alleviare il dolore.
Nella sua zona d’origine, il legno è usato per fare le casse del tè e le foglie per nutrire i bachi da seta.

Liquidambar acalycina-Ph.treesandshrubsonline.org

Liquidambar acalycina , la Gomma dolce di Chang, è originario del sud della Cina.
E’ molto usato come albero ornamentale, soprattutto per le splendide foglie, che si colorano di viola in autunno.
La specie è stata introdotta per la prima volta in coltivazione dalla spedizione botanica sino-americana del 1980, che raccolse semi nella “regione Metasequoia” dell’Hubei occidentale.

Ph. aromaterapia.it

Nei circoli magici e spirituali, i baccelli spinosi, o i frutti del Liquindambar, sono conosciuti come ‘Witch’s Burrs‘, ‘Witch ball‘, ‘Goblin balls‘, ‘Bave delle Streghe‘, e sono un oggetto magico tradizionale americano Hoodoo, considerati un potente amuleto di protezione.
Essi sono usati come base per amuleti, talismani, icone di alterazione e per incantesimi.
Uno sguardo alle file di punte acuminate dice tutto ciò che devi sapere…

Witch’s Burrs by PattisVintageStuff on Etsy

Sospesi su una porta, possono proteggere una casa dalle streghe.
Sono anche usati per respingere i nemici, o per incitare qualcuno a ripagare un debito.

Inoltre, i baccelli possono essere usati per allontanare il male dalla casa oppure, usati come offerta sull’altare, possono aumentare l’efficacia degli incantesimi.
Alcuni praticanti tengono le Witch Burrs sui loro altari, poiché tengono lontana la negatività, portano fortuna e bloccano compagnie indesiderate dalla tua casa.
Si dice anche, che aggiungano potere a qualsiasi altare su cui si poggiano, il che significa che aumentano la potenza di qualsiasi operazione magica eseguita su quell’altare.

by ARKIMJA on Etsy

Attirano gli spiriti buoni ed alcune persone le appendono nelle vie d’ingresso, per fungere da blocco energetico protettivo per lo spazio aperto.
Altri li appendono alle finestre, proprio come si fa con la Sfera delle Streghe (leggi articolo: https://www.madameblatt.it/2022/05/30/witch-ball-la-sfera-delle-streghe/).
Le Witch Burrs si possono usare anche per creare una porta magica.
Vengono usate negli incantesimi e nei rituali, per spezzare maledizioni, bruciate nei fuochi rituali per proteggersi all’interno del cerchio e si presume, che aggiungano potere a qualsiasi incantesimo o funzionamento magico.
Macina l’intera Witch Burrs in polvere, usando un mortaio e un pestello ed utilizzala per protezione, come faresti con il sale nero.

Ph. chakrastones.it

Possono anche essere trasformate in amuleti per la prosperità, l’attrazione della ricchezza, la protezione e la fertilità.
Sono anche usate, inserendo nei loro fori degli ingredienti per un incantesimo.
Una volta farcite, vanno sigillate con cera e posizionate ovunque come rito di protezione a lungo termine.
Al contrario, possono essere riempite di cattiveria, sigillate con cera nera e, con la giusta intenzione, lasciate cadere ‘casualmente’ vicino alla casa di qualcuno.

Attenzione, se te ne cadesse una vicina, potresti ritrovarti maledetto da te stesso.

by HomeopathicHomestead on Etsy

L’intero albero di Liquidambar incoraggia la propria immaginazione.  

Nella mitologia greca, si narra che il Dio del Sole, Apollo, era molto ammirato e desiderato da tutte le donne, tra le quali due bellissime sorelle, Clytie e Leucothoe.
Ma Apollo era interessato solo a Leucothoe, quindi, una notte entrò nella stanza delle ragazze, nelle vesti della loro madre . Quando gli altri se ne andarono, Apollo mostrò a Leucothoe il suo vero aspetto e trascorse la notte con la fanciulla.
Notando questi due amanti, Clytie diventò gelosa e lo disse a suo padre Orchamus il quale, era talmente arrabbiato da seppellire viva Leucothoe:
Apollo lo scoprì troppo tardi: quando arrivò, Leucothoe era già morta.
Il Dio non riuscì riportare in vita la sua amante qualunque cosa facesse.
Così, la trasformò in un albero di gomma dolce, un albero curativo e odoroso, con tutta la sua potenza divina.

PIANETA: Mercurio
ELEMENTO: Terra
SEGNO ZODIACALE ASSOCIATO: Vergine
CHAKRA: 3, Manipura (C. del Plesso solare)

You may also like

MadameBlatt.it
“La speranza è il tappeto magico che ci trasporta dal momento presente nel regno delle infinite possibilità” (H. J. Brown)

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso. Accetta Maggiori informazioni