Home MITI E LEGGENDE RAGNARØK, LA FINE DEL MONDO

RAGNARØK, LA FINE DEL MONDO

Scritto da MadameBlatt

Ragnarǫk, o Ragnarøkkr , nella mitologia norrena indica la battaglia finale tra le potenze della Luce e dell’Ordine con quelle delle Tenebre e del Caos, in seguito alla quale il Mondo verrà distrutto e, in seguito, rigenerato.
Quindi, la ‘Fine del Mondo‘ degli Dei e degli uomini.
Il nome deriva da ‘ragna’ = ‘Dei’ e ‘rǫk’ = ‘destino, fato’, quindi ‘Destino degli Dei’.
Il Ragnarǫk è completamente descritto solo nel poema islandese ‘Völuspá‘ (“Profezia della Sibilla”), probabilmente risalente alla fine del X secolo, e nel ‘Edda‘ in prosa di Snorri Sturluson del XIII secolo, che segue in gran parte il Völuspá.
Secondo queste due fonti, il Ragnarǫk sarà preceduto da inverni crudeli e caos morale.


Giganti e demoni, che si avvicinano da tutti i punti cardinali, attaccheranno gli Dei, che li incontreranno e affronteranno la morte come eroi.
Il Sole si oscurerà, le stelle svaniranno e la Terra affonderà nel mare.
In seguito, la terra risorgerà, l’innocente Baldr (bellissimo Dio legato al Sole) ritornerà dai morti e le schiere dei giusti abiteranno in una sala dal tetto d’oro.

Baldr

Partendo dal presupposto che la mitologia norrena è considerata un insieme cronologico di racconti, la storia di Ragnarǫk inizia naturalmente dalla fine.
Per i Vichinghi, il mito di Ragnarǫk era una profezia di ciò che sarebbe accaduto in un momento imprecisato e sconosciuto nel futuro, ma aveva profonde ramificazioni per come i Vichinghi comprendevano il Mondo nel loro tempo.

Norne

Uno dei racconti narra che un giorno, quando le Norne (esseri imperscrutabili filatori del destino) lo decreteranno, arriverà un Grande Inverno (Old Norse fimbulvetr), diverso da qualsiasi altro il Mondo abbia mai visto.
I venti pungenti soffieranno la neve da tutte le direzioni e il calore del Sole verrà meno, facendo precipitare la Terra in un freddo senza precedenti.

Old Norse fimbulvetr

Questo inverno durerà come tre inverni normali, senza estati in mezzo.
L’umanità diventerà così disperata per il cibo e altre necessità della vita, che tutte le leggi e la morale cadranno, lasciando solo la nuda lotta per la sopravvivenza.
Sarà un’Era di spade e asce: il fratello ucciderà il fratello, il padre ucciderà il figlio e il figlio ucciderà il padre.

Sköll and Hati- Ph. Mythology Source

I lupi ‘Skoll‘ ed ‘Hati‘ cattureranno il Sole e la Luna ed anche le stelle scompariranno, lasciando nient’altro che un vuoto nero nei cieli.
Il grande albero che tiene insieme il Cosmo, ‘Yggdrasil‘, tremerà e tutti gli alberi e anche le montagne cadranno al suolo.
Il potente serpente che vive sul fondo dell’Oceano e circonda la terra, ‘Jormungand‘, sorgerà dalle profondità, riversando i mari su tutta la terra mentre approda.

Yggdrasil

Poi, sputerà il suo veleno su tutto il Mondo, avvelenando terra, acqua e aria allo stesso modo.
Questi maremoti scuoteranno la nave ‘Naglfar‘, che è costruita con le unghie delle mani e dei piedi di uomini e donne morti, la quale libera dai suoi ormeggi, navigherà facilmente sulla terra allagata.

Jormungand

Il suo equipaggio sarà un esercito di ‘Giganti‘, le forze del caos e della distruzione, mentre il suo capitano sarà ‘Loki‘, il traditore degli Dei, che si sarà liberato dalla catene con cui loro lo avevano legato.
La cupola del cielo si spaccherà ed emergeranno i giganti del fuoco di Muspelheim, e il loro capo Surtr avrà una spada fiammeggiante più luminosa del Sole in mano.

Surtr-by Dollman

Mentre i giganti marciano sul ponte arcobaleno Bifrost, verso la casa degli Dei, Asgard, esso si romperà.
Quindi la sentinella divina Heimdallr , suonerà il Gjallarhorn (corno risonante), per annunciare l’arrivo del momento della catastrofe.

Gjallarhorn-by Gianluca Rolli

Odino, insieme con gli altri Dei deciderà di andare in battaglia, nonostante conoscano la predizione delle profezie, riguardo all’esito di questo scontro.
Si armeranno e incontreranno i loro nemici su un campo di battaglia chiamato Vigrid.

Einherjar

Il capo degli Dei combatterà Fenrir (gigantesco lupo nato dall’unione tra il Dio Loki e la gigantessa Angrboða) e al suo fianco ci saranno gli spiriti dei guerrieri che sono morti combattendo molto valorosamente in battaglia, gli Einherjar, che Odino aveva lasciato nel Valhalla (sala in cui alcuni morti andavano accompagnati dalle Valchirie), in attesa di questo momento.

Odino

Fenrir ingoierà Odino e i suoi uomini, quindi Vidar, uno dei suoi figli, ardente di rabbia, caricherà la bestia per vendicare suo padre.
Su uno dei suoi piedi ci sarà una scarpa, realizzata proprio per questo scopo, fatta con tutti gli scarti di pelle che i calzolai umani abbiano mai scartato, e con essa Vidar terrà aperta la bocca del mostro, trafiggendogli la gola con la sua spada.

Vidar -by
Collingwood

La nave infernale Naglfar, costruita con le unghie dei morti, poi galleggerà libera dai suoi ormeggi.
Si narrava, che quando la sua costruzione fosse stata completata, avrebbe avuto inizio il Ragnarǫk, la fine del Mondo.

Naglfar

Naglfar proverrà da Mùspellsheimr, il mondo dei giganti del fuoco, e sarà comandata da Hrymr, che porterà con sé le creature del caos.
Quindi in tanti si uccideranno a vicenda: il Dio Tyr e il lupo Garm, Heimdall e Loki, il Dio Freyr e il gigante Surt.
Thor riuscirà ad abbattere il grande serpente Jormungand ,con i colpi del suo magico e potente martello.

Freyr

Ma il serpente lo avrà ricoperto di tanto veleno, che non potrà resistere ancora a lungo; farà nove passi prima di cadere morto lui stesso e aggiungere il suo sangue alla già satura pianura di Vígríðr.

Tyr

Allora i resti del Mondo affonderanno nel mare e non resterà altro che il vuoto, tutto ciò che è stato fino a quel momento sarà completamente annullato, come se non fosse mai accaduto.
Quando finalmente il fuoco si sarà spento e i mari si saranno placati, la Terra, divenuta bella e fertile, risorgerà ancora dal mare.
I raccolti non seminati germoglieranno e saranno abbondanti.

I figli di Odino, Vidar e Vàli, così come i figli di Thor, Magni e Modi, che avranno il possesso del martello del padre, Mjolnir , sopravviveranno al caos.

Mjolnir

Gli Dei Baldr e Hodur usciranno dal Niflheimr , il Regno del Ghiaccio e sederanno tutti nell’erba, dove un tempo sorgeva Ásgarðr, la residenza degli Asi (Dei del Cielo) e discuteranno di ciò che è accaduto in passato.
Questi giovani dei domineranno di nuovo il Mondo e si racconteranno storie dei loro antenati e di Fenrir e del serpente di Midgard.

Lif e Lífþrasir

Il Sole avrà anche generato una bellissima e splendente figlia, appena prima di essere inghiottito dal lupo, e questa figlia seguirà il cammino di suo padre, percorrendo il cielo con la sua luce vivificante, fino alla fine dei tempi.
Il Mondo umano sarà ripopolato da due individui, Lif e Lífþrasir , che saranno rimasti nascosti nel frassino Yggdrasill,per tutto il Ragnarök.
Così la fine conterrà un frammento di un nuovo inizio e il ciclo eterno della vita ricomincerà.

Per avere un’idea leggera e moderna di questo mito, potreste seguire la serie TV ‘Ragnarǫk’, su Netflix. 

 

You may also like

MadameBlatt.it
“La speranza è il tappeto magico che ci trasporta dal momento presente nel regno delle infinite possibilità” (H. J. Brown)

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso. Accetta Maggiori informazioni