Home MISTERO MISTERO: GRACE SHERWOOD, LA STREGA DI PUNGO

MISTERO: GRACE SHERWOOD, LA STREGA DI PUNGO

Scritto da MadameBlatt

Una delle Streghe più famose nella storia della Virginia è Grace White Sherwood (1660–1740), chiamata la ‘Strega di Pungo’, l’ultima persona conosciuta per essere stata condannata per Stregoneria in questo Stato, nel più famigerato processo alle Streghe della Virginia coloniale, che ebbe luogo nella contea di Princess Anne, nel 1706.
Grace nacque in Virginia nel 1660, dal falegname John White e da sua moglie, Susan.

Ph. Google Arts & Culture

Intorno al 1680, quando Grace sposò il contadino James Sherwood,  suo padre diede al suo nuovo genero cinquanta acri di terra.
Dopo la morte di White nel 1681, James Sherwood ricevette il resto della sua proprietà.
Gli Sherwood avevano tre figli, John, James e Richard, e vivevano a Pungo, una comunità nella contea di Lower Norfolk.
Nel 1698, Grace e suo marito fecero causa ai vicini John e Jane Gisburne, e Anthony ed Elizabeth Barnes, per diffamazione e calunnia.


L’accusa di questi vicini era che Grace aveva stregato a morte i loro maiali e maledetto i loro campi di cotone.
Elizabeth Barnes testimoniò, che Grace era andata da lei una notte e l’aveva cavalcata, uscendo poi dal buco della serratura, o dalla fessura della porta, come un gatto nero.
Gli Sherwood persero  entrambi i casi di  questi processi per diffamazione.
Nel 1701, James Sherwood morì e, quattro anni dopo, Grace fece causa a Luke ed Elizabeth Hill, per aggressione e percosse, ottenendo venti sterline di risarcimento.

Ph. HubPages

Un anno dopo, Luke Hill e sua moglie accusarono Grace di Stregoneria, un reato penale.
Il processo della donna fu ritardato più volte; infine, la Corte incaricò una giuria di donne, di cercare in Grace i segni delle Streghe e luoghi in cui una Strega avrebbe potuto allattare il suo famiglio (leggi articolo: https://www.madameblatt.it/2020/11/11/famiglio-il-demone-delle-streghe/), un demone simile a un animale, che le era stato dato dal diavolo.
Le donne trovarono due di questi segni, ma il processo ancora non si svolse.
I giudici della Contea, infatti, avevano tentato di inoltrare il caso a un tribunale superiore, ma fu respinto.


Dopo un’indagine sulla casa di Grace Sherwood, i giudici della Contea ordinarono che fosse processata, utilizzando il controverso ‘test dell’acqua’ (Ordeal of water), per determinare la sua colpevolezza o innocenza.
Questo metodo, molto contrastato e dibattuto, al momento del processo alla Sherwood non era più utilizzato nei Tribunali europei.
Esso consisteva nel legare le braccia e le gambe dell’imputata e di gettarla in uno specchio d’acqua.
Si pensava che, se fosse affondata, era innocente, in quanto l’acqua è elemento puro ed avrebbe accolto un’anima innocente mentre, se avesse galleggiato, era colpevole, perché la sua anima impura era stata respinta.


In questo caso, i giudici presero diverse precauzioni, per garantire l’incolumità dell’accusata, somministrando il test, solo dopo che la stessa Grace ebbe acconsentito.
Questa prova, inoltre, fu posticipata dalla data originale, perché il tempo era stato molto piovoso e cattivo, quindi forse poteva mettere in pericolo la salute della donna.
Il 10 luglio 1706, alla quarantaseienne Grace furono legate braccia e gambe, e fu gettata in un ramo del fiume Lynnhaven.
Grace non affondò, riuscendo a sciogliersi dalle corde e, uscita dall’acqua, una speciale giuria femminile la perquisì nuovamente, alla ricerca di macchie e segni inusuali sul suo corpo.


Queste donne trovarono due segni neri sul corpo di Grace e, di conseguenza, fu condannata al carcere come Strega, in attesa di un altro processo.
Ma, in realtà, non esistono registrazioni di un secondo processo, anche se sembra che Grace Sherwood rimase in prigione per otto anni.
Comunque, nel 1708, la donna apparve davanti al Tribunale della contea, per pagare un debito e, nel 1714, presentò una petizione al Segretario della colonia, per il ripristino della sua terra.
La sua richiesta di reintegrazione fu accolta e visse il resto della sua vita nella sua fattoria di 144 acri.
Grace Sherwood è una leggenda locale in Virginia, dove è popolarmente conosciuta come ‘Strega di Pungo’ o ‘Strega della Virginia’.

Ph. TheSkeletonKeyAndShe

Su di lei ci sono molte dicerie, alcune comprovate ed altre meno, che spiegano in un certo senso l’accanimento su questa donna.
Per esempio, nel 1869, lo scrittore W.C. Elam affermò che Grace Sherwood era una “negra”, e quindi le accuse contro di lei probabilmente derivano dall’intolleranza razziale e religiosa dell’epoca.
Altri scritti, invece, raffigurano Grace come una guaritrice, che possedeva familiarità con le erbe ed amica degli animali.
È stata anche descritta come abbigliata con vestiti da uomini, o così bella, da attirare l’attenzione degli uomini della comunità, facendo arrabbiare le loro mogli.

Ph. NBC12

Oppure, si racconta che, in realtà, una serie di strani eventi affliggeva la contea di Princess Anne all’inizio del 1700.
I raccolti stavano morendo, le mucche producevano sempre meno latte e arrivavano tempeste e, mentre gli agricoltori lottavano, si dice che la terra degli Sherwood fosse fruttuosa e che i loro animali fossero sani.
Quindi, i vicini iniziarono a sparlare, anche perché pare che Grace fosse molto bella, volitiva e anticonformista per i tempi: la tempesta perfetta per suscitare voci di Stregoneria.
Oggi, diverse zone nell’area di Virginia Beach prendono il nome dal suo test dell’acqua, tra cui Witchduck Road e Witchduck Point, dove si sarebbe svolto il processo.

Ph. Hoydens & Firebrands

A Pungo, “la Strega” è un funzionario onorario dell’annuale ‘Festival della fragola’, che solitamente si teneva a fine maggio, ma sono famose anche alcune rievocazioni del ‘processo della strega di Sherwood’, nell’ambito della programmazione al Colonial Williamsburg, un museo di storia vivente e fondazione privata, presente nel quartiere storico di Williamsburg, in Virginia.
Il 10 luglio 2006, il governatore Tim Kaine ha ripristinato il buon nome di Grace Sherwood, trecento anni dopo il calvario delle accuse, che l’hanno condannata per Stregoneria.

You may also like

MadameBlatt.it
“La speranza è il tappeto magico che ci trasporta dal momento presente nel regno delle infinite possibilità” (H. J. Brown)

Per offrirti una migliore esperienza di navigazione online questo sito web usa dei cookie, propri e di terze parti. Continuando a navigare sul sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Scopri di più sull’uso dei cookie e sulla possibilità di modificarne le impostazioni o negare il consenso. Accetta Maggiori informazioni